destinazioneumbria

umbria e vino

Lungarotti: viaggio tra Umbria e vino

Non si può parlare di Umbria e vino senza considerare Torgiano, che è stato definito come uno dei santuari dell’enologia umbra e senza conoscere Lungarotti.

Siamo poco lontani da Perugia e da Assisi, in un piccolo borgo caratterizzato da case antiche in mattoncini a vista e monumenti in pietra come la splendida torre medievale Baglioni o il barocco Palazzo Graziani-Baglioni che ospita il Museo del Vino. Torgiano è uno dei Borghi più belli d’Italia. Qui i suoi abitanti hanno saputo preservare la lunga tradizione agricola della coltivazione della vite e dell’olivo, salvaguardando così il paesaggio rurale che oggi possiamo ammirare.

In questo mirabile lavoro di valorizzazione del territorio ha fatto scuola la famiglia Lungarotti, a cominciare dal visionario e lungimirante Giorgio Lungarotti, che ha fondato la Cantina Lungarotti nel lontano 1962. 

cantine lungarotti torgiano

A lui si deve il marchio Doc Torgiano (1968), prima Doc dell’Umbria e il riconoscimento del Torgiano Rosso Riserva come unica Docg dell’Umbria insieme al Sagrantino di Montefalco.  

Ebbene oggi Lungarotti è 




Vino, Cultura e Ospitalità

Vino, Cultura e Ospitalità è il motto dell’azienda Lungarotti portato avanti dalle due sorelle Chiara e Teresa, che con grande competenza e passione interpretano la tradizione insieme ad una grande apertura all’innovazione.

Dal 2000 Lungarotti è anche a Montefalco: ho dedicato alla tenuta di Montefalco un articolo apposito Picnic in vigna.

Nelle due cantine di Torgiano e Montefalco vengono prodotte 29 etichette, ma su tutte spicca il RUBESCO RISERVA VIGNA MONTICCHIO 2015
secondo vino rosso d’Italia nella Top 100 dei rossi italiani 2020 di Gentleman, il periodico di Class Editori che ogni anno elabora i punteggi delle più autorevoli guide nazionali (Gambero Rosso, Vitae, Daniele Cernilli, Veronelli, Bibenda e Luca Maroni). Un risultato che per il nono anno consecutivo lo conferma tra i primi dieci rossi italiani e per sei volte sul podio.

rubesco-riserva-lungarotti

Le uve Sangiovese sono macerate sulle bucce per 15-20 giorni. Viene poi maturato un anno in botte grande e in barrique, infine affinato vari anni in bottiglia, ecco perché oggi si assaggia quello del 2015!

Lungarotti e la filosofia green

Lungarotti ha ottenuto il marchio Green certificato VIVA (Valutazione dell’Impatto della Vitivinicoltura sull’Ambiente) dal ministero per l’Ambiente per la corretta gestione sostenibile di aria, vigneto, acqua e territorio e il marchio Green Heart Quality dalla Regione Umbria.

marchio sostenibilità lungarotti

Sostenibilità in campagna:

  • analisi dell’andamento climatico con capannine meteo 
  • gestione delle risorse idriche
  • rispetto della biodiversità del suolo con concimazione organica e controllo meccanico delle infestanti 
  • mantenimento dei boschetti naturali tra le vigne 
  • mantenimento dei fossi e delle strade bianche

Sostenibilità in cantina:

  • premio europeo Ecomondo per il progetto Energia dalla vite, prodotta dagli scarti della potatura per alimentare la caldaia a biomasse
  • recupero dell’acqua di refrigerazione
  • compensazione di CO2
  • utilizzo di attrezzature a basso consumo
  • 1.320 metri quadrati di pannelli fotovoltaici
  • certificazione biologica dell’azienda di Montefalco dal 2014


La mia esperienza da Lungarotti

Essendo io un’archeologa, una guida turistica e soprattutto un’amante del vino e del bello non potevo che innamorarmi di questo progetto a così ampio respiro.

Dei due Musei ne parlo nell’articolo ad essi dedicato, mi raccomando andatelo a leggere perchè è davvero interessante!

Adesso voglio parlarvi delle esperienze che potete fare nella vigna e nella cantina Lungarotti di Torgiano.

Se volete assaporare anche voi il premiato Rubesco o uno degli altri vini presenti nelle carte dei vini dei più titolati ristoranti del mondo non vi resta che prenotare una degustazione in cantina.

enoteca-lungarotti-torgiano
Entrata dell’enoteca lungarotti


Per conoscere la storia della famiglia Lungarotti, i metodi di lavorazione e le tecniche di produzione si può partecipare all’Esperienza classica. Io stessa ho partecipato a questa, guidata da Giorgia, una ragazza davvero preparata e simpatica. La parte che ho preferito è stata quella dedicata alla spumantizzazione con metodo classico e il caveau, ossia l’archivio storico, orgoglio dell’azienda, dove sono custodite le vecchie annate e che permette l’organizzazione di verticali.

visita-cantine-lungarotti
Affinamento in bottiglia
spumanti-lungarotti
Spumanti Lungarotti
caveau-archivio-vini-lungarotti
Caveau delle annate di Lungarotti


Al termine della visita ci siamo accomodati nella curata sala degustazioni e qui abbiamo scelto di assaggiare due bianchi e due rossi della DOC TORGIANO, accompagnati da pane e due tipologie di olio Lungarotti spendendo 19,00€ a testa.

Sala degustazione
Sala degustazione


I bianchi Lungarotti

Torre di Giano 2019, vermentino, grechetto e trebbiano, un vino bianco davvero gradevole, fresco, fruttato, asciutto e con lungo retrogusto. Perfetto per le serate estive, infatti ne ho comprato qualcuno per la mia cantina, ha un rapporto qualità/prezzo incredibile.

Torre di Giano Vigna il Pino 2015, vermentino, grechetto e trebbiano dal vigneto di collina “Il Pino”, più pregiato rispetto al precedente in quanto un terzo del mosto è fermentato in barrique per 4/6 mesi e dopo l’imbottigliamento è affinato per lungo tempo in bottiglia. Infatti è uno dei primi bianchi maturati in legno fin dagli anni ‘70. Un vino equilibrato ed elegante, dalla bella struttura.

vini-bianchi-lungarotti


Due piccole curiosità: il nome deriva dalla torre di epoca romana dedicata al dio Giano, poi ricostruita in epoca medievale, da cui deriverebbe il nome del paese stesso ed il simbolo di Torgiano. Il disegno dell’etichetta, voluto da Maria Grazia Lungarotti, moglie di Giorgio, sempre così attenta all’aspetto culturale, riprende una delle formelle della meravigliosa Fontana Maggiore di Perugia con i Mesi dell’anno, qui in particolare Settembre con la pigiatura del mosto e la vendemmia.

I rossi Lungarotti

Rubesco 2018, Rosso di Torgiano DOC fin dal 1968, da uve sangiovese e colorino, è il più diffuso dei vini Lungarotti. Il nome qui è di fantasia e deriva dal verbo latino rubescere, arrossire. Nell’etichetta ritroviamo la formella della Fontana Maggiore dedicata alla vendemmia. Affinato 1 anno in botte e 1 in bottiglia, è un rosso equilibrato, dal colore rubino e dalla piacevole bevibilità. 

Rubesco Riserva Vigna Monticchio 2015, Torgiano Rosso Riserva D.O.C.G., sangiovese dal vigneto Monticchio. Finalmente ho potuto assaporare questo rosso elegante e di solida struttura, dal colore rubino profondo e dal complesso profumo. L’ho adorato.

degustazione-rubesco-lungarotti


Dato l’orario di pranzo abbiamo prolungato la nostra permanenza con due deliziosi primi: Casarecce al pesto di carote, zucchine, limone, menta e mandorle e Pennette di grano duro Senatore Cappelli Bio con pomodorini, friarelli e pesto di rucola e basilico, davvero deliziosi.

I piatti su cui abbiamo mangiato sono acquistabili, infatti sul menù c’è scritto che se ti piace il piatto su cui hai mangiato puoi comprarlo. Si tratta di ceramiche realizzate a Deruta da ArtDesign e lo trovo un bel gesto per contribuire al rilancio della produzione ceramica di Deruta che sta attraversando una forte crisi.

ristorante in enoteca


Vi indico i dettagli dell’esperienza:

Classic Experience

Visita guidata ai vigneti adiacenti la cantina
Visita guidata in cantina
Degustazione guidata dei vini
Prezzo a persona da 13,00 € a 26,00 € in base alla tipologia di degustazione scelta
Durata esperienza: 1h e ½

Potete integrare la degustazione con un abbinamento di formaggi e salumi del territorio a 10€ per tagliere.

degustazione-vini-lungarotti


Lungarotti, altre esperienze


Picnic in cantina

Visita guidata ai vigneti adiacenti la cantina
Visita guidata in cantina. Picnic sotto la tettoia/porticato
Consegna del cestino con: 1 bottiglia di vino* Rubesco o Torre di Giano* 2 calici, assaggi genuini e tipici del territorio
Prezzo: €20,00 a persona (minimo due persone)
Durata esperienza: 2h

Picnic tra la natura

Visita guidata in cantina
Consegna del cestino con: 1 bottiglia di vino Rubesco o Torre di Giano* 2 calici, assaggi genuini e tipici del territorio
Spostamento con auto propria presso l’Azienda Agraria Località San Rocco. Vista sui vigneti circostanti. 
Picnic sul prato del Poggiolo (plaid non incluso)
Prezzo €22,50 a persona (minimo due persone)
Durata esperienza: 2h e ½
*è possibile , su richiesta, variare la tipologia di vino, con eventuale supplemento.

TUTTE LE ESPERIENZE sono disponibili da lunedì a sabato su prenotazione al numero 075 9886649 o scrivendo a enoteca@lungarotti.it 

Numero minimo di partecipanti 2 pax, contattare con due giorni di anticipo.

Indirizzo: Enoteca della Cantina, Viale G. Lungarotti 2 – 060689 TORGIANO (PG)

Potete segnalare al momento della prenotazione se con voi ci sono bambini, persone con allergie, intolleranze alimentari, vegetariani o vegani, persone diversamente abili o persone che festeggiano il compleanno di modo che possano preparare al meglio la vostra esperienza in cantina.


Osteria del Museo

Io ho avuto il piacere di mangiare in questa accogliente osteria dopo la visita al Museo del Vino poiché si trova proprio di fianco al Museo.

Il bello è che si può scegliere fra i tanti vini della cantina Lungarotti accompagnati da una buona selezione di antipasti, primi, secondi e dolci, tutti squisiti e cucinati con cura, con un ottimo rapporto qualità delle materie prime e prezzo.

osteria del museo

In alternativa potreste scegliere una delle offerte di ospitalità che comprendono l’Osteria del Vino, fra cui:

VISIT AND TASTING in Osteria
Visita al MUVIT e al MOO, passeggiata tra le vie di Torgiano, degustazione guidata di due vini Lungarotti presso l’Osteria del Museo
tempo necessario: da 1h 30’ a 2h
prezzo: € 14,00 per persona

VISIT AND TAKE AWAY in Osteria
(aperitivo e pranzo al sacco)
visita al MUVIT, aperitivo presso l’Osteria del Museo e pranzo al sacco (panino a km 0, bibita e dolcetto)
tempo necessario: da 1h a 1h 30’
prezzo: € 16,00 per persona

PACCHETTO HALF DAY
visita guidata della Cantina Giorgio Lungarotti
visita al MUVIT e al MOO
pranzo presso l’Osteria del Museo (*assaggi dal menu alla carta e due calici di vino)
Prezzo €25,00 per persona

Uno o più giorni a Torgiano

Potete organizzare la vostra giornata a Torgiano scegliendo fra varie proposte presenti sul loro sito:

PACCHETTO INTERA o MEZZA GIORNATA a TORGIANO oppure PACCHETTO ALLA SCOPERTA DEI SEGRETI DEL VINO

Se volete dormire tra i vigneti del Rubesco potete prenotare un appartamento nel loro agriturismo Poggio delle Vigne. 

PACCHETTO L’UMBRIA DEL VINO – PACCHETTO UMBRIA GOURMET di 1 notte oppure PACCHETTO TRA VINO E CULTURA  di 2 notti.

Se invece volete coccolarvi e regalarvi un trattamento al vino potete provare a prenotare una stanza nel resort Le Tre Vaselle.

Infine potete anche soltanto acquistare i vini presso l’Enoteca della Cantina, qui oltre ai vini si possono trovare tutti i prodotti di Lungarotti fra cui olio, aceto balsamico, grappe e confetture.
Orario di apertura: lunedì e martedì 09:00-13:00 e 15:00-19.00, dal mercoledì al venerdì 9.00-19.00, sabato 9.30-18.00.

Torgiano inoltre si trova sulla “Strada dei Vini del Cantico“, se tornerete a trovarmi troverete un articolo proprio su questo itinerario!

Arte

A Torgiano potrete visitare anche la sorprendente Collina di Brufa: un museo en plein air, cioè un percorso di sculture contemporanee realizzate da artisti di fama nazionale ed internazionale che si snoda lungo il crinale della collina che guarda Torgiano.

A proposito di arte: accanto alla cantina di Torgiano è installata un’opera in marmo alta circa 7 metri, la Triple Twist, della scultrice Beverly Pepper, originaria di New York ma trasferitasi a Todi tanti anni fa, che ha voluto qui rappresentare il suo legame con questa terra e con la famiglia Lungarotti.

triple twist


E in conclusione, se vi è piaciuto questo articolo sulla Cantina Lungarotti leggete anche Picnic in vigna Lungarotti a Montefalco e le altre esperienze in vigna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *